Uno studio, svolto nel maggio 2015 dall'Ambito distrettuale di Latisana in collaborazione con le Scuole, ha evidenziato la distribuzione di alunni DSA, BES e diversamente abili nei diversi ordini e gradi di istruzione:

 Documento di sintesi dell'Ambito distrettuale di Latisana (file in allegato)

 

La presenza in classe di un alunno con bisogni educativi speciali (BES), la determinazione della tipologia di difficoltà e le misure didattico-educative da adottare in favore di questi alunni sono regolate da molteplici direttive, in particolare la Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012. 

Sulla base di esse il nostro Istituto ha sintetizzato le problematiche nello schema seguente e ha esplicitato le azioni nel Piano Annuale per l'Inclusività.

 

 Piano Annuale per l'Inclusività 2015/2016 (file in allegato)

 kit diversamente abili

Le azioni che competono alla scuola e ai team dei docenti sono pertanto:

- l’osservazione e la rilevazione delle necessità degli alunni con bisogni educativi speciali;

- la stesura del Piano didattico personalizzato (PDP) o del Piano educativo personalizzato (PEI) da condividere con la famiglia;

- la realizzazione delle strategie d’intervento programmate e gli eventuali opportuni aggiustamenti;

- la verifica dei risultati ottenuti attraverso l’individualizzazione della didattica.

Il Collegio dei Docenti, con delibera del 17 marzo 2015, ha deciso di adottare la seguente documentazione (file in alleagato):

 scheda di individuazione alunni BES 
 modello PDP 
 modello relazione finale 

E' importante sottolineare che il progetto personalizzato elaborato a favore del minore in situazione di difficoltà, nasce dall'azione di molte Istituzioni del territorio ma è necessario che le iniziative siano sinergiche e integrate nel rispetto delle reciproche competenze. 

Per questo motivo il nostro Istituto comprensivo ha aderito ai seguenti documenti (file in allegato):

 Protocollo dell'Ambito distrettuale di Latisana
 Allegato al protocollo
 Linee guida per la programmazione di attività di doposcuola (da presentare all'Assemblea dei Sindaci nel mese di luglio 2015)

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.